Alla scoperta della bellezza e della naturalezza delle Perle… Perle Giapponesi

Ciò che rende le perle uniche, procurando un’emozione indescrivibile al primo sguardo, è la lucentezza. Questo rappresenta sicuramente un fattore molto influente quando parliamo di reale bellezza di una perla, di conseguenza anche di prezzo.

perle_giapponesi
In ogni perla avviene un fenomeno insolito che vede la luce riflessa nelle molteplici stratificazioni di madreperla. Nonostante questo, non tutte le perle con uno strato di madreperla, avranno una lucentezza Eccellente, perchè le condizioni nelle quale la perla si sviluppa, influenzano notevolmente questo fattore di valore delle perle.

Il G.I.A divide la lucentezza in 4 categorie:
Scarsa
Discreta
Buona
Eccellente

La lucentezza di una Perla è raramente ugualiabile a quella delle altre gemme. Tuttavia, sono pochissime le perle impiegate in gioielleria, perchè è più probabile che i molluschi producano perle con scarsa lucentezza. Le perle di mare Akoya possiedono una lucentezza incredibile, mentre le altre hanno una lucentezza più tenue, ma ugualmente affascinante.

La più conosciuta bivalva che produce delle perle è la Pinctada fucata (chiamate anche Akoya) alla quale si devono le tradizionali perle bianche del Giappone. Questa conchiglia si incontra nelle acque temperate e fresche dell’Asia (Giappone, Cina, Corea).

Una bivalva d’acqua dolce di piccole dimensioni, di coltura molto facile in Asia, Hyriopsis schegeli, permette oggi ai giapponesi, ma anche soprattutto ai cinesi, d’invadere il mercato di piccole perle a basso prezzo che vanno dal bianco crema al rosa, passando dal giallo dorato.